La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il tuo consenso per l'uso dei cookie. Acconsenti? Per ulteriori informazioni visualizza la Cookie Policy

Cookies Policy

Istituto Comprensivo "A. Gramsci"

Istituto Comprensivo "A. Gramsci"

Piazza S. Giovanni da Lodi Antica, 4 - Lodi Vecchio (LO)

Organizzazione didattica

puntinaArticolazione oraria dell’attività scolastica

  • pre-scuola: 7.30/8.25 (servizio comunale)
  • ingresso: ingressi scaglionati dalle ore 8:10 alle ore 8.25
  • uscita: uscite scaglionate dalle 16:15 alle 16:30
  • post-scuola: 16.15–16.30 /18.00 (servizio comunale)

puntinaFrequenza

La frequenza è di 40 ore settimanali. L’obbligatorietà riguarda i seguenti punti:

  • tutte le lezioni previste dal programma
  • tutte le attività previste dalla programmazione (visite guidate, viaggi d’istruzione, iniziative culturali, sportive, etc.)
  • l’intervallo mensa (dalle 11.30 alle 13.30 per le classi 1^ e 2^ e dalle 12,30 alle 14.30 per le altre classi)

Nel caso particolare in cui l’alunno, per diverse motivazioni, non usufruisca del servizio mensa ma rientri al temine di essa, il genitore deve presentare richiesta scritta esonerando in tal modo la scuola da ogni responsabilità per eventuali incidenti che possano verificarsi al di fuori della scuola.

puntinaEntrata e uscita dalla scuola

Pre-scuola

Gli alunni iscritti alla pre-scuola possono entrare nell’edificio dalle ore 7.30 sorvegliati dal personale comunale.

Ingresso

All’ingresso principale della scuola è sempre di turno un collaboratore scolastico addetto al controllo di tutte le persone che entrano ed escono dall’edificio.
Gli alunni e gli accompagnatori non devono sostare sulle scale esterne.
Gli insegnanti in servizio devono essere presenti a scuola alle ore 8.25. L’apertura del portone per l’ingresso degli alunni avviene 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni.
Al suono della prima campanella, gli alunni entrano sorvegliati all’ ingresso da un collaboratore scolastico. Le lezioni iniziano alle ore 8.30 al suono della seconda campanella.

Intervallo

L’intervallo antimeridiano inizia alle ore 10,30 e termina alle ore 10,45 e avviene sotto la sorveglianza degli insegnanti di turno.
É anche previsto un periodo di ricreazione tra il termine del pasto e l’inizio delle lezioni pomeridiane che ha termine alle ore 13,30 per il primo turno mensa e alle 14:30 per il secondo turno e si svolge all’interno delle sezioni; in caso di bel tempo, l’intervallo si può svolgere in cortile, sempre sotto la sorveglianza degli insegnanti di turno.
I collaboratori scolastici, dalle loro postazioni collaborano con i docenti attuando un controllo più accurato nei corridoi e nei servizi igienici.

Uscita

Il termine delle lezioni è segnalato da un suono di campanella alle ore 16,30. Gli alunni vengono accompagnati ordinatamente dall’insegnante in servizio all’uscita; all’inizio dell’anno scolastico verrà comunicato alle famiglie quali classi usufruiranno dell’uscita principale e quali dell’uscita secondaria.
I due ingressi sono sempre vigilati da un collaboratore scolastico.
Per l’uscita degli alunni, qualora non si presentasse il genitore, è necessario produrre all’insegnante una delega con i dati relativi al documento d’identità della persona che si fa carico del minore.
Gli alunni che usufruiscono dello scuolabus vi vengono accompagnati dal docente di classe. Il personale addetto al servizio di post-scuola attende gli alunni che ne usufruiscono nell’atrio principale della scuola.
Qualora eccezionalmente un alunno iscritto non usufruisca del servizio di trasporto o del servizio del post- scuola, la famiglia deve darne comunicazione scritta sul diario.
La responsabilità dell’insegnante termina con l’orario delle lezioni.

puntinaRitardi e uscite anticipate

L’orario di inizio delle lezioni è previsto per le ore 8.30 ed entro tale orario gli alunni devono essere in classe.
I genitori che accompagnano i propri figli li lasceranno all’ingresso dell’edificio. In caso di ritardo, il genitore avrà cura di giustificare personalmente tale situazione.
In caso di ritardo dei genitori di un alunno al momento dell’uscita, il bambino sarà controllato dalle persone designate dal Dirigente Scolastico.
In caso di ripetuti ritardi, l’insegnante richiamerà la famiglia dell’alunno al rispetto di tale orario mediante convocazione scritta, successivamente ne darà comunicazione al Dirigente Scolastico che prenderà gli opportuni provvedimenti.
L’uscita prima del termine delle lezioni, deve essere richiesta per iscritto dai genitori compilando il modulo appositamente predisposto.
L’insegnante della prima ora dovrà controllare le assenze degli alunni del giorno precedente, anche pomeridiane. L’alunno, sprovvisto di giustificazione scritta, potrà essere ammesso alle lezioni solo in via provvisoria ed è tenuto a presentare la giustificazione il giorno successivo.
Qualora l’alunno non provvedesse a giustificare l’assenza nei giorni successivi, gli insegnanti informeranno il Dirigente Scolastico.
Qualora l’alunno debba lasciare la scuola per motivi di emergenza (febbre, malessere, …) l’insegnante avviserà i genitori che dovranno compilare un modulo prestampato giacente in bidelleria.
In caso di infortunio l’insegnante è tenuto, con l’aiuto dei colleghi e del personale non docente, a prestare il primo soccorso per quanto di sua competenza e ad avvisare tempestivamente i genitori perché l’alunno sia condotto, se necessario, dal medico o al pronto soccorso.
In caso di incidente, con genitori non rintracciabili, verrà contattato dall’insegnante il 118. L’insegnante provvederà subito alla stesura della denuncia all’Ente assicuratore che sarà presentata alla Segreteria Scolastica entro 48 ore dall’infortunio. La denuncia va inoltrata nei tempi più brevi possibili. Il tempo massimo concesso alle famiglie per controfirmare la denuncia ed allegare eventuali certificati medici è fissato nelle norme contrattuali nel termine di 30 gg. successivi al fatto.
Dall’insegnante o dal Personale Ausiliario deve essere data immediata comunicazione al Dirigente Scolastico di qualunque incidente accada agli alunni durante l’orario delle lezioni.

puntinaAssenze

L’alunno assente, per essere riammesso alle lezioni, deve presentare regolare giustificazione con i moduli presenti nella parte del diario dedicata. Tale giustificazione deve essere firmata da uno dei genitori o da chi ne fa le veci e presentata all’insegnante della prima ora, che vi apporrà la propria firma.
Le assenze per motivi familiari che superino i cinque giorni, se anticipatamente presentate, possono essere concordate con il Dirigente Scolastico e non necessitano di certificato medico.

puntinaSpostamenti

Gli spostamenti all’interno della scuola devono avvenire in modo ordinato e in silenzio. L’insegnante dovrà accompagnare le classi affidategli anche negli spostamenti all’interno dell’edificio.

puntinaVisite guidate, gite e viaggi d’istruzione

Il viaggio di istruzione è parte integrante dell’attività scolastica e vede quindi la partecipazione dell’intera classe, salvo motivi legati a problemi di salute o familiari. I problemi economici verranno comunicati al Dirigente Scolastico ed affrontati con la collaborazione della Scuola.
ll Consiglio di Istituto ha deliberato che, previa presentazione del Mod. ISEE, le famiglie potranno avvalersi di un’esenzione in base al reddito (30% con redditi ISEE fino a 8.000 €, 20% con reddito da 8000 a 10000 €).
Per le visite guidate ed i viaggi d’istruzione si applicano integralmente i criteri previsti dalle disposizioni provinciali e quelli stabiliti dal Consiglio di Istituto.
Per le uscite di istruzione con mezzi di trasporto, tutti gli alunni devono avere l’autorizzazione firmata dai genitori. Il numero degli accompagnatori deve rispettare il rapporto docenti/alunni di 1/15.

puntinaLezioni di Scienze Motorie

L’accompagnamento degli alunni dalle aule alla palestra, e viceversa, compete agli insegnanti di educazione fisica.
Gli allievi sono tenuti a portare sempre la tuta, le scarpe da ginnastica e l’occorrente adatto.
Nel caso in cui l’allievo non possa fare lezione per motivi di salute, è necessaria una giustificazione scritta da parte del genitore.
Nel caso di richiesta di esonero parziale o totale, temporaneo o permanente, occorre fare domanda al Capo d’Istituto allegando certificato medico.
Anche in caso di esonero, l’alunno dovrà presentarsi alle lezioni.

puntinaUso delle attrezzature

Gli alunni devono avere la massima cura delle suppellettili e delle attrezzature della scuola. In caso di danni provocati intenzionalmente, gli alunni interessati saranno tenuti al risarcimento e soggetti a sanzioni disciplinari, adeguate al danno e alla frequenza.
Le attività di laboratorio si svolgono nelle aule speciali, sotto la guida degli insegnanti. Si raccomanda agli alunni e agli insegnanti di prendere opportune precauzioni per evitare inutili aggravi di lavoro al personale di pulizia, in conseguenza allo svolgimento delle attività didattiche.
Per quanto riguarda la biblioteca alunni, i prestiti concessi sono registrati a cura dell’insegnante incaricato. I libri devono essere riconsegnati entro i termini stabiliti dall’insegnante.
Per i libri non restituiti o rovinati, agli alunni e alle loro famiglie sarà richiesto risarcimento.

puntinaCura e igiene della persona

Gli alunni devono quotidianamente avere cura della persona, specie per quanto riguarda l’igiene e presentarsi decorosamente vestiti, con abbigliamento consono all’ambiente.
La divisa della scuola elementare è costituita da grembiule per le bambine e blusa per i bambini.

puntinaRapporti e modalità di comunicazione con le famiglie

Le comunicazioni con i genitori da parte degli insegnanti avvengono tramite il diario.
La trasmissione alla famiglia di avvisi ufficiali della scuola e di circolari avviene a cura della Segreteria Didattica.
Le convocazioni dei genitori vanno inviate, di norma, almeno cinque giorni prima della data prevista dell’incontro.
I genitori possono chiedere colloquio ai docenti della sezione, previo accordo verbale o scritto.
Il Consiglio d’Istituto promuove, qualora lo ritenga necessario o opportuno, incontri volti a migliorare il rapporto scuola-famiglia e la collaborazione propositiva dei genitori all’azione formativa della scuola.

puntinaDoveri scolastici

È vietato l’uso della gomma da masticare.
Gli alunni hanno l’obbligo di presentarsi a scuola muniti di diario, su cui annoteranno, giorno per giorno, i compiti assegnati e eventuali comunicazioni degli insegnanti e del Capo d’Istituto, che dovranno sempre essere firmate da un genitore per presa visione.
L’alunno è tenuto a consegnare al docente, se questi ne fa richiesta, il proprio diario per dar modo all’insegnante di trascrivere note disciplinari o importanti comunicazioni alla famiglia. In caso di resistenza, l’alunno sarà accompagnato in Presidenza per essere richiamato o sospeso.
È vietato l’uso del cellulare.
Si consiglia di non portare a scuola oggetti di valore, di non lasciare denaro negli indumenti appesi agli attaccapanni.
La scuola non si assume alcuna responsabilità per lo smarrimento, il danneggiamento e la scomparsa di denaro ed effetti personali di qualsiasi genere.
Gli alunni devono tenere un comportamento rispettoso nei confronti dei propri compagni, degli insegnanti e di tutto il personale.

puntinaSanzioni disciplinari

Le sanzioni disciplinari vengono erogate secondo quanto previsto dal Regolamento di Disciplina.
Il regolamento di Disciplina è stato presentato alle famiglie nelle classi 4° e 5° in occasione dell’Assemblea di classe.

puntinaVarie

È fatto divieto di consegnare dolciumi agli alunni prima di entrare a scuola.
Evitare di far portare a scuola i giocattoli da casa, specialmente se piccoli e quindi pericolosi.
Verranno concesse speciali diete solo su presentazione di certificato medico o per motivi religiosi.
Gli insegnanti non sono autorizzati a somministrare medicinali di nessun genere agli alunni, fatta salva la richiesta dei genitori su apposito modulo elaborato dall’ASL.
Per festeggiare i compleanni non si possono consumare prodotti preparati in casa.
Per informare le famiglie sull’andamento scolastico dell’allievo sono previste assemblee dei genitori o colloqui individuali.
Per particolari problemi i genitori possono richiedere un colloquio con gli insegnanti in giorni preventivamente concordati.
Durante le assemblee di sezione è opportuno che i genitori non vengano accompagnati dai figli, in caso contrario i genitori sono responsabili e quindi tenuti alla sorveglianza diretta degli stessi.
In caso di scioperi o assemblee, i genitori saranno informati preventivamente.

    registro online

    circolari per genitori

    office 365

    Traduci la pagina

    ItalianEnglishFrenchSpanishDutchAlbanianRussianArabicChinese (Simplified)

    Ritagli

    Lettera di Abramo Lincoln al maestro di suo figlio in occasione del primo giorno di scuola.

    Il mio figlioletto inizia oggi la scuola: per lui, tutto sarà strano e nuovo per un po’ e desidero che sia trattato con delicatezza.
    È un’avventura che potrebbe portarlo ad attraversare continenti, un’avventura che, probabilmente, comprenderà guerre, tragedie e dolore. Vivere questa vita richiederà Fede, Amore e Coraggio.
    Quindi, maestro caro, la prego di prenderlo per mano e di insegnargli le cose che dovrà conoscere.
    Gli trasferisca l’insegnamento, ma con dolcezza, se può.
    Gli insegni che, per ogni nemico c’è un amico.
    Dovrà sapere che non tutti gli uomini sono giusti, che non tutti gli uomini sono sinceri. Gli faccia però anche comprendere che, per ogni farabutto c’è un eroe, che per ogni politico disonesto, c’è un capo pieno di dedizione.
    Gli insegni, se può, che 10 centesimi guadagnati valgono molto di più di un dollaro trovato; a scuola, o maestro, è di gran lunga più onorevole essere bocciato che barare.
    Gli faccia imparare a perdere con eleganza e, quando vince, a godersi la vittoria.
    Gli insegni a esser garbato con le persone garbate e duro con le persone dure. Gli faccia apprendere anzitutto che i prepotenti sono i più facili da vincere.
    Lo conduca lontano, se può, dall’invidia, e gli insegni il segreto della pacifica risata.
    Gli insegni, se possibile, a ridere quando è triste, a comprendere che non c’è vergogna nel pianto, e che può esserci grandezza nell’insuccesso e disperazione nel successo.
    Gli insegni a farsi beffe dei cinici.
    Gli insegni, se possibile, quanto i libri siano meravigliosi, ma gli conceda anche il tempo di riflettere sull’eterno mistero degli uccelli nel cielo, delle api nel sole e dei fiori su una verde collina.
    Gli insegni ad aver fede nelle sue idee, anche se tutti gli dicono che sbaglia.
    Cerchi di infondere in mio figlio la forza di non seguire la folla quando tutti gli altri lo fanno.
    Lo guidi ad ascoltare tutti, ma anche a filtrare quello che ode con lo schermo della verità e a prendere solo il buono che ne fuoriesce.
    Gli insegni a vendere talenti e cervello al miglior offerente, ma a non mettersi mai il cartellino del prezzo sul cuore e sull’anima.
    Gli faccia avere il coraggio di essere impaziente e la pazienza di essere coraggioso.
    Si tratta di un compito impegnativo, maestro, ma veda che cosa può fare.
    È un bimbetto così grazioso, ed è mio figlio.
    [Abramo Lincoln]

    Galleria

    foto3 foto6 IMG-20190511-WA0004 IMG_4219 20190612_231136 20200420_200903 Immagine13 8a013fcc-6da7-4386-9abe-4b1126b29cd3 IMG-20200403-WA0030 IMG-20200313-WA0007 89620699_3138996812786435_342658216066285568_n unnamed (1) Alyssia-1A Fabio-D-A-1C Flora-C-1A

    I disegni presenti nel sito sono stati realizzati dagli alunni dell’Istituto Comprensivo.
    Grazie a tutti loro!

    siti tematici