La legislazione europea in materia di privacy e protezione dei dati personali richiede il tuo consenso per l'uso dei cookie. Acconsenti? Per ulteriori informazioni visualizza la Cookie Policy

Cookies Policy

Istituto Comprensivo "A. Gramsci"

Istituto Comprensivo "A. Gramsci"

Piazza S. Giovanni da Lodi Antica, 4 - Lodi Vecchio (LO)

Organizzazione didattica

puntinaArticolazione oraria dell’attività scolastica

  • ingresso: 7.55
  • uscita: 13:35
  • Post-medie: 13.35 – 16.05 (post scuola per attività didattiche – servizio comunale)

puntinaFrequenza

La frequenza è obbligatoria e prevede un monte ore annuale di 990, diviso in 30 tempi scuola settimanali. Poiché i trenta tempi scuola non corrispondono esattamente a 30 ore ma a 28 ore e 20’, le ore che mancano al raggiungimento del monte ore obbligatorio vengono recuperate con alcuni sabati di rientro, attività pomeridiane programmate e con le uscite didattiche.
L’obbligatorietà riguarda i seguenti punti:

  • tutte le lezioni previste dal programma
  • tutte le attività previste dalla programmazione (visite guidate, viaggi d’istruzione, iniziative culturali, sportive, etc.)
  • i rientri per il recupero della differenza ore-tempi

puntinaPausa pranzo e interscuola

Le attività programmate per il pomeriggio devono prevedere un momento per la consumazione del pranzo: esso verrà consumato sotto la sorveglianza di personale docente in locali della scuola secondaria. Così come per le attività ludico ricreative precedenti l’attività didattica.

puntinaEntrata e uscita dalla scuola

Gli alunni entreranno nell’edificio alle ore 7.55.
Al suono della campana gli alunni entrano e si radunano nell’atrio, dove al secondo suono, si recano con l’insegnante della prima ora nelle rispettive aule. In attesa (o in assenza) dell’insegnante, gli alunni rimangono temporaneamente nell’atrio sotto la vigilanza dei collaboratori scolastici, che avvertono immediatamente il Capo d’Istituto, che prenderà i provvedimenti necessari. É comunque vietato agli alunni accedere alle aule in assenza dell’insegnante.
Gli alunni, alla fine delle lezioni, devono uscire ordinatamente.
É fatto divieto agli alunni di predisporsi nei corridoi prima dell’ultimo suono della campana, così come è vietato al personale ausiliario entrare nelle classi per le pulizie in presenza degli insegnanti e degli alunni.
La responsabilità dell’insegnante termina con l’orario delle lezioni.
In caso di brevi, imprevedibili ed indispensabili uscite dall’aula, i Docenti potranno allontanarsi solo dopo aver affidato la classe al personale non docente o ad un collega.
Dall’insegnante o dal Personale Ausiliario deve essere data immediata comunicazione al Dirigente Scolastico di qualunque incidente accada agli alunni durante l’orario delle lezioni.

puntinaRitardi e uscite anticipate

Iniziate le lezioni, nessun alunno può entrare in classe senza il permesso del Capo d’Istituto o dell’insegnante. Le giustificazioni in caso di ritardo devono essere firmate da un genitore secondo gli appositi moduli presenti nella parte del diario dedicata, così come per le uscite anticipate.
L’insegnante di classe farà l’annotazione scritta sul registro di classe.
In ogni caso l’alunno deve essere prelevato da un genitore o da una persona maggiorenne.
Qualora l’alunno debba lasciare la scuola per motivi di emergenza (febbre, malessere, …) l’insegnante avviserà i genitori che dovranno compilare un modulo prestampato giacente in bidelleria.
In caso di infortunio l’insegnante è tenuto, con l’aiuto dei colleghi e personale non docente, a prestare il primo soccorso per quanto di sua competenza, ad avvisare tempestivamente i genitori e, qualora ne ravvisi la necessità, congiuntamente ai genitori, contattare il 118. Il servizio sanitario è altresì contattabile qualora se ne ravvisi la necessità e i genitori risultassero irraggiungibili.
In caso di incidente, con genitori non rintracciabili, il ragazzo potrà essere accompagnato dall’insegnante al Pronto Soccorso più vicino o verrà contattato il 118.
L’insegnante provvederà subito alla stesura della denuncia all’Ente assicuratore che sarà presentata alla Segreteria Scolastica entro 48 ore dall’infortunio. La denuncia va inoltrata nei tempi più brevi possibili. Il tempo massimo concesso alle famiglie per controfirmare la denuncia ed allegare eventuali certificati medici è fissato nelle norme contrattuali nel termine di 30 gg. successivi al fatto.
Dall’insegnante o dal Personale Ausiliario deve essere data immediata comunicazione al Dirigente Scolastico di qualunque incidente accada agli alunni durante l’orario delle lezioni.

puntinaAssenze

L’alunno assente, per essere riammesso alle lezioni, deve presentare regolare giustificazione solo con i moduli presenti nella parte del diario dedicata.
Tale giustificazione deve essere firmata da uno dei genitori o da chi ne fa le veci e presentata all’insegnante della prima ora, che vi apporrà la propria firma. L’insegnante della prima ora dovrà controllare le assenze degli alunni del giorno precedente, anche pomeridiane.
L’alunno sprovvisto di giustificazione scritta potrà essere ammesso alle lezioni solo in via provvisoria ed è tenuto a presentare la giustificazione il giorno successivo.
Qualora l’alunno non provvedesse a giustificare l’assenza nei giorni successivi, gli insegnanti informeranno il Dirigente Scolastico.
Si ricorda che le assenze massime consentite non possono superare il 25% del monte ore annuale ossia 247.5 ore, circa 43 giornate.

puntinaIntervallo

Alla fine della III ora, le lezioni vengono sospese per 10 minuti, allo scopo di consentire a metà delle classi di accedere a degli spazi comuni mentre l’altra metà rimane in classe per consumare la merenda. Alla fine della IV ora è previsto una seconda pausa di 10 minuti durante la quale si invertono le modalità di svolgimento dell’intervallo. É proibito portare a scuola lattine di bibite e anche recarsi ai servizi durante gli intervalli.
L’intervallo si svolge nel corridoio del proprio piano sotto la sorveglianza dei docenti. È vietato spostarsi da un piano all’altro senza l’autorizzazione dell’insegnante.
L’intervallo, se svolto in modo pericoloso, può essere sospeso su decisione dell’insegnante. In tal caso la pausa si svolge in classe e il docente ha l’obbligo di far uscire uno o due alunni per volta per recarsi ai servizi.

puntinaDurante le ore di lezione

Durante le ore di lezione la vigilanza nei corridoi e nei servizi è garantita da un collaboratore scolastico posizionato alla cattedra, nel corridoio delle aule, e dal collaboratore posizionato all’ingresso.

puntinaSpostamenti

Gli spostamenti all’interno della scuola devono avvenire in modo ordinato e in silenzio.

puntinaVisite guidate, gite e viaggi di istruzione

Il viaggio di istruzione è parte integrante dell’attività scolastica e vede quindi la partecipazione dell’intera classe, salvo motivi legati a problemi di salute o familiari. I problemi economici verranno comunicati al Dirigente Scolastico ed affrontati con la collaborazione della Scuola.
ll Consiglio di Istituto ha deliberato che, previa presentazione del mod. ISEE, le famiglie potranno avvalersi di un’esenzione in base al reddito (30% con reddito ISEE fino a 8.000 €, 20% con reddito da 8000 a 10000 €).
Per le visite guidate ed i viaggi d’istruzione si applicano integralmente i criteri previsti dalle disposizioni provinciali e quelli stabiliti dal Consiglio di Istituto.
Per le uscite di istruzione con mezzi di trasporto tutti gli alunni devono avere l’autorizzazione firmata dai genitori. Il numero degli accompagnatori deve essere adeguato a quello degli alunni e al tipo di uscita.

puntinaLezioni di Scienze Motorie

L’accompagnamento degli alunni dalle aule alla palestra, e viceversa, compete agli insegnanti di educazione fisica.
Gli allievi sono tenuti a portare sempre la tuta, le scarpe da ginnastica e l’occorrente adatto.
Nel caso in cui l’allievo non possa fare lezione per motivi di salute è necessaria una giustificazione scritta da parte del genitore.
Nel caso di richiesta di esonero parziale o totale, temporaneo o permanente, occorre fare domanda al Capo d’Istituto allegando certificato medico.
Anche in caso di esonero, l’alunno dovrà presentarsi alle lezioni.

puntinaUso delle attrezzature

Gli alunni devono avere la massima cura delle suppellettili e delle attrezzature della scuola.
In caso di danni provocati intenzionalmente, gli alunni interessati saranno tenuti al risarcimento e soggetti a sanzioni disciplinari, adeguate al danno e alla frequenza.
Le attività di laboratorio si svolgono nelle aule speciali, sotto la guida degli insegnanti. Si raccomanda agli alunni e agli insegnanti di prendere opportune precauzioni per evitare inutili aggravi di lavoro al personale di pulizia, in conseguenza allo svolgimento delle attività didattiche.
Per quanto riguarda la biblioteca alunni, i prestiti concessi sono registrati a cura dell’insegnante incaricato. I libri devono essere riconsegnati entro i termini stabiliti dall’insegnante.
Per i libri non restituiti o rovinati, agli alunni e alle loro famiglie sarà richiesto risarcimento.

puntinaCura e igiene della persona

Gli alunni devono quotidianamente avere cura della persona, specie per quanto riguarda l’igiene e presentarsi decorosamente vestiti, evitando un abbigliamento sconveniente in quanto poco consono all’ambiente.

puntinaRapporti e modalità di comunicazione con le famiglie

Le comunicazioni con i genitori da parte degli insegnanti avvengono tramite il diario.
La trasmissione alla famiglia di avvisi ufficiali della scuola e di circolari avviene a cura della Segreteria Didattica.
Le convocazioni dei genitori vanno inviate, di norma, almeno cinque giorni prima della data prevista dell’incontro.
I genitori possono chiedere colloquio ai docenti della sezione, previo accordo verbale o scritto.
Il Consiglio d’Istituto promuove, qualora lo ritenga necessario o opportuno, incontri volti a migliorare il rapporto scuola-famiglia e la collaborazione propositiva dei genitori all’azione formativa della scuola.

puntinaDoveri scolastici

É vietato l’uso della gomma da masticare.
Gli alunni hanno l’obbligo di presentarsi a scuola muniti di diario, su cui annoteranno, giorno per giorno, i compiti assegnati e eventuali comunicazioni degli insegnanti e del Capo d’Istituto, che dovranno sempre essere firmate da un genitore per presa visione.
L’alunno è tenuto a consegnare al docente, se questi ne fa richiesta, il proprio diario per dar modo all’insegnante di trascrivere note disciplinari o importanti comunicazioni alla famiglia. In caso di resistenza, l’alunno sarà accompagnato in Presidenza per essere richiamato o sospeso.
Si consiglia di non portare a scuola oggetti di valore, di non lasciare denaro negli indumenti appesi agli attaccapanni, ricordando altresì che la responsabilità nella custodia di beni di valore inopportunamente introdotti a scuola è dell’alunno stesso.
La scuola non si assume alcuna responsabilità per lo smarrimento e la scomparsa di denaro ed effetti personali di qualsiasi genere.
Gli alunni devono tenere un comportamento rispettoso nei confronti dei propri compagni, degli insegnanti e di tutto il personale.

puntinaUso del cellulare e di apparecchi tecnologici

Ĕ vietato l’uso del telefono cellulare e di altri dispositivi elettronici di intrattenimento durante le attività scolastiche e in tutti i locali della scuola, nel rispetto di quanto sancito dal DPR n. 249/1998.
Il divieto risponde ad una generale norma di correttezza, in quanto l’utilizzo del telefono cellulare e/o di altri dispositivi elettronici rappresenta un elemento di distrazione sia per chi lo usa che per i compagni, oltre che una grave mancanza di rispetto nei confronti del docente.
L’utilizzo del telefono cellulare e/o di altri dispositivi elettronici si configura come un’infrazione disciplinare sanzionabile attraverso provvedimenti orientati non solo a prevenire e scoraggiare tali comportamenti ma anche, secondo la logica educativa propria della scuola, a favorire un corretto comportamento.
In particolare
– durante le verifiche scritte (compiti in classe, test, ecc..) i cellulari e gli altri dispositivi verranno consegnati al docente e restituiti al termine delle stesse.
– Nel caso in cui lo studente sia sorpreso ad utilizzare il cellulare o un qualsiasi altro dispositivo durante una verifica, la stessa sarà ritirata e valutata gravemente insufficiente (attribuzione del punteggio minimo previsto per quella prova) e non saranno previste prove di recupero.
– all’interno di tutti i locali della scuola, nelle sedi utilizzate per l’attività didattica come palestre, aule e laboratori sono vietate audio-video-riprese di ambienti e persone, salvo in caso di esplicita autorizzazione del docente responsabile. Anche in questo caso il cellulare sarà ritirato e potrà essere restituito solo al genitore dell’allievo/a.
– eventuali fotografie o audio-video-riprese, fatte senza il consenso scritto della/e persona/e, si configurano come violazione della privacy e quindi sono perseguibili per legge.
I genitori rispondono direttamente dell’operato dei propri figli nel caso in cui gli stessi arrechino danni ad altre persone.
Nel caso di riprese, fotografie o registrazioni non autorizzate e diffuse su qualsiasi mezzo di comunicazione si potrà procedere all’adozione di specifici provvedimenti disciplinari e alla denuncia agli organi di Polizia.

puntinaSanzioni disciplinari

Le sanzioni disciplinari vengono erogate secondo quanto previsto dal Regolamento di Disciplina (allegato al P.T.O.F.).
Il regolamento di Disciplina è stato presentato alle famiglie in occasione dell’assemblea di classe ed è presente sul diario di ciascun alunno.

puntinaVarie

Verranno concesse speciali diete solo su presentazione di certificato medico o per motivi religiosi.
Gli insegnanti non sono autorizzati a somministrare medicinali di nessun genere agli alunni, fatta salva la richiesta dei genitori su apposito modulo elaborato dall’ASL.
Per festeggiare i compleanni non si possono consumare prodotti preparati in casa.
Per informare le famiglie sull’andamento scolastico dell’allievo sono previste assemblee dei genitori o colloqui individuali.
Per particolari problemi i genitori possono richiedere un colloquio con gli insegnanti in giorni preventivamente concordati.
In caso di scioperi o assemblee, i genitori saranno informati preventivamente.

    registro online

    circolari per genitori

    office 365

    Traduci la pagina

    ItalianEnglishFrenchSpanishDutchAlbanianRussianArabicChinese (Simplified)

    Ritagli

    Ricordo che quando ero piccola mia mamma mi diceva: – I collant te li puoi mettere solo in terza media.
    Invece adesso le ragazzine i collant li mettono subito …
    Come se tutto si risolvesse nell’avere le cose e nel farle nel presente.
    Senza un progetto di crescita.
    Senza scalini da salire.
    E infatti quello che manca crescendo, e che bisogna sempre avere, è un progetto … delle ambizioni, anche piccole …
    [L. Littizzetto, “L’educazione delle fanciulle”]

    Galleria

    dav IMG_20190517_135339_resized_20190517_064439071 20200420_201730 IMG-20200311-WA0073 Luca-B-1C Foto23

    Ritagli

    Io penso che, se alla nascita di un bambino una madre potesse chiedere ad una fata di dotarlo del dono più utile, quel dono sarebbe la curiosità.
    [E. A. Rooseevelt]


    Il bambino chiama la mamma e domanda: Da dove sono venuto? Dove mi hai raccolto?
    La mamma ascolta, piange e sorride mentre stringe al petto il suo bambino: Eri un desiderio dentro al cuore.
    [R. Tagore]


    I bambini e i nonni sono la speranza di un popolo.
    I bambini, i giovani perché lo porteranno avanti, porteranno avanti questo popolo; e i nonni perché hanno la saggezza della storia, sono la memoria di un popolo.
    [Papa Francesco]

    I disegni presenti nel sito sono stati realizzati dagli alunni dell’Istituto Comprensivo.
    Grazie a tutti loro!

    Disegni

    [Clicca sulle immagini per ingrandirle]
    mano a colori


    matita a colori


    scrittura creativa